Marketing Digitale e Intelligenza Artificiale (AI): una rivoluzione annunciata

Nel mondo in rapida evoluzione del marketing digitale, rimanere aggiornati sulle ultime tendenze e innovazioni è fondamentale per il successo del proprio Brand e la crescita del proprio business.
Di recente, il team di Evoluzione ha partecipato a due eventi: il Search Marketing Connect e il Social Media Strategies, svolti durante la Bologna Tech Week nei giorni 5, 6 e 7 dicembre. Questi eventi ci hanno fornito lo spunto per esplorare alcune delle ultime novità del settore e discutere i cambiamenti significativi che stanno avvenendo nel mondo del marketing online.
In questo articolo, esamineremo i punti chiave e come queste conoscenze possono influenzare la crescita dei nostri clienti.

Dalla Ricerca ai Motori di ricerca Intelligenti

In breve, gli utenti stanno sempre di più rivolgendo le proprie ricerche verso assistenti di ricerca intelligenti che utilizzano l’IA per personalizzare le risposte in base alle esigenze specifiche dell’utente. Questa personalizzazione significa che la risposta a una query potrebbe differire dal tradizionale primo risultato organico, in quanto è adattata alle intenzioni e ai comportamenti individuali degli utenti.

Questa tendenza è guidata dalla crescente domanda di risposte più rapide e mirate. Di conseguenza, le strategie di Search Engine Optimization (SEO) devono adattarsi a questa nuova realtà, concentrandosi sulla comprensione delle intenzioni degli utenti e sulla fornitura di risposte personalizzate e immediate.
Il punto diventa come definire e sviluppare una strategia di content marketing che abbracci ed abbia le potenzialità di soddisfare le domande del nostro pubblico di riferimento attraverso un piano al contempo articolato e mirato. In una battuta: “conosci il tuo cliente”.

L’Intelligenza Artificiale in Azione

La Generative AI, ovvero l’intelligenza artificiale generativa ha compiuto il suo solo primo anno mainstream – in realtà era in uso dal 2020 – che già ha rivoluzionato le pratiche del marketing online con l’uso di strumenti come Chat GPT, Claude e Bard.
Torneremo presto su questi tool che stanno diventando sempre più importanti nel settore, per ora concentriamo la nostra attenzione su un altro ambito dell’intelligenza artificiale, in un certo modo un ambito decisamente più maturo: automazione e data analysis.

Automazione e Analisi dei Dati in Google Ads

Google Ads sta progressivamente tendendo verso l’automazione delle azioni in piattaforma.
Le nuove campagne PPC lanciate da Google vanno proprio in questa direzione, parliamo di Performance Max e Demand Gen.

Le prime rappresentano un cambiamento significativo, incorporando annunci di ricerca, display e shopping. L’IA ottimizza in tempo reale il budget pubblicitario e migliora le performance. È fondamentale dunque l’analisi dei dati per monitorare e aprire le “black box” dell’automazione al fine di ottimizzare le campagne.

Le campagne Demand Gen sono state introdotte come sostitute delle campagne Discovery e si estendono anche alla rete YouTube. Queste campagne mirano a generare domanda per i prodotti o servizi offerti dagli inserzionisti, utilizzando l’IA per identificare e raggiungere utenti con maggiore probabilità di conversione. L’analisi dei dati è quindi essenziale per ottimizzare queste campagne e ottenere i migliori risultati possibili.

Analisi Qualitativa e Marketing Automation

Anche noi di Evoluzione abbiamo portato un contributo, con lo speech sulla Customer Value Optimization. Questo approccio cruciale si basa sull’individuazione di parametri idonei a suddividere clienti e prospect in base al potenziale impatto sul proprio busines, in primis sul calcolo del Customer Lifetime Value (CLV), che rappresenta il valore monetario previsto che un cliente genererà nel corso della sua relazione con un’azienda.

Un’altra tipologia di analisi che abbiamo presentato è l’analisi di coorte, uno strumento molto utile per suddividere i clienti in gruppi in base al periodo di acquisto iniziale, consentendo di adattare le strategie di marketing in modo mirato. Abbiamo anche preparato un calcolatore CLV che potrebbe essere utile per una specifica segmentazione degli utenti.

Nei casi che abbiamo presentato, a queste analisi sono state affiancate delle strategie di retention, utili per instaurare un rapporto di fiducia coi clienti e incoraggiarli a fare acquisti ricorrenti. La marketing automation gioca un ruolo cruciale in questo processo, consentendo di creare flussi di lavoro automatizzati per l’invio di messaggi personalizzati e offerte in base al comportamento e alle preferenze dei clienti.

Conclusioni

In conclusione, l’AI sta prendendo il posto che merita nel marketing digitale.
L’intelligenza artificiale sta rivoluzionando il modo in cui affrontiamo la ricerca online e la pubblicità digitale. Le nuove tipologie di campagne in Google Ads, come Performance Max e Demand Gen, stanno ridefinendo il modo in cui raggiungiamo il nostro pubblico target e ottimizziamo le performance delle campagne.

Inoltre, l’analisi qualitativa e la marketing automation sono diventate essenziali per migliorare la retention degli eCommerce. Il calcolo del CLV, l’analisi di coorte e le strategie di retention personalizzate consentono alle aziende di mantenere i clienti fedeli e di far crescere il loro business nel lungo termine.

Fedeli alla nostra missione, in questo ambiente in continua evoluzione, ci impegnamo a rimanere all’avanguardia e ad applicare queste conoscenze per aiutare i Brand nostri clienti a crescere e a prosperare nel mondo del marketing digitale.

Interessante? Chiedici una consulenza